Contributi a fondo perdute per imprese pesca danneggiate

contributo per pesca

La Misura intende attenuare l’impatto dell’emergenza sanitaria nel settore della pesca, attraverso la concessione di un sostegno (premio) per l’arresto temporaneo dell’attività quale conseguenza dell’epidemia COVID-19.

Modalità di presentazione della domanda

La domanda di sostegno è relativa ad un’unica imbarcazione ed ha anche valenza di domanda di domanda di pagamento. Ai sensi dell’art. 38 del DPR 445/2000 e dell’art. 65, comma 1, lettera b) del D.Lgs. 82/2005, la domanda di sostegno è compilata ed inviata solo ed esclusivamente tramite la piattaforma informatica regionale SIGEF. Tutta la documentazione relativa al presente avviso, compreso il link di accesso alla piattaforma informatica SIGEF e le istruzioni per la compilazione della domanda, è disponibile all’indirizzo:

https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Agricoltura-Sviluppo-Rurale-ePesca/Fondo-Europeo-per-la-pesca#19955_Misura-1.33.1.d)

La domanda può essere presentata entro i seguenti termini:

  • Termine iniziale: ore 09:00 del 1° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’ Avviso pubblico(20/07/21);
  • Termine finale: ore 13:00 del 45° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso pubblico(20/07/21).

Per la definizione dei termini di presentazione della domanda si fa riferimento alla data di pubblicazione dell’Avviso nel sito istituzionale della Regione Marche, ai seguenti indirizzi:

La piattaforma informatica SIGEF consentirà la presentazione della domanda di contributo solo ed esclusivamente nel periodo compreso fra i termini sopra descritti. Fanno fede la data e l’ora della piattaforma informatica regionale. Il soggetto che presenta e sottoscrive la domanda di contributo è il titolare o il legale rappresentante dell’impresa, come risultante dalla banca dati dell’Anagrafe tributaria. L’accesso al sistema informatico SIGEF avviene tramite autenticazione con credenziali di tipo “forte”, ossia credenziali nominative rilasciate previo riconoscimento di persona con documento di identità.

Sono supportate le seguenti modalità:

  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)
  • CIE (Carta di Identità Elettronica)
  • CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

L’utente, dopo essersi autenticato tramite SPID o CIE o CNS, accede ad un modulo online che deve essere compilato in tutti i campi obbligatori. È disponibile un manuale di compilazione che illustra nel dettaglio i dati da inserire. Nel caso in cui l’imbarcazione abbia lunghezza fuori tutto (LFT) minore di 10 metri, l’utente deve inoltre caricare la documentazione in formato .pdf atta a dimostrare lo svolgimento del numero minimo di giorni di pesca in mare negli anni 2018 e 2019. Completata la compilazione e l’eventuale caricamento della documentazione in formato .pdf, l’utente invia la domanda1 . Se la procedura è stata completata correttamente, subito dopo l’invio della domanda l’utente visualizza il numero di protocollo assegnato alla domanda. Si raccomanda di prendere nota di tale numero. Il fac-simile della domanda informatizzata è riportato nell’Allegato A. Non sono ricevibili le domande: – pervenute con modalità diverse da quelle previste dall’ Avviso pubblico; – per le quali non sia stata completata la procedura di compilazione, firma e invio all’interno del sistema informativo SIGEF.

 

A questo link potrete trovare la guida alla compilazione della domanda che vi spiegherà passo passo come presentarla:

https://bandi.regione.marche.it/Allegati/4848/Guida%20alla%20compilazione%20della%20domanda%201.33.1.d%20-%20v.2.pdf

 

FAQ

Sono beneficiari della misura armatori di imbarcazioni da pesca che esercitano attività di impresa di pesca; Pescatori che svolgono l’attività di pesca professionale in forma autonoma e che armano in proprio il peschereccio.

Le imbarcazioni da pesca oggetto dell’arresto devono essere iscritte in uno dei Compartimenti marittimi della Regione Marche alla data dell’arresto.

La dotazione finanziaria è di € 2.191.608,13.

Il sostegno da corrispondere all’impresa di pesca è funzione del numero di giorni di sospensione dell’attività di pesca e della stazza del peschereccio, ed è calcolato secondo i parametri riportati nel bando.

Domande presentabili entro le ore 13:00 del 03/09/2021

E' ammissibile al sostegno l’arresto temporaneo dell’attività di pesca avvenuto tra il 1° febbraio ed il 31 dicembre 2020 come conseguenza dell’epidemia COVID-19. Il sostegno da corrispondere all’impresa di pesca, per ogni imbarcazione, è funzione del numero di giorni di sospensione dell’attività di pesca e della stazza del peschereccio.

Aggiornamenti

Le ultime informative