Fondazione Cassa di Risparmio di Fano. Finanziamento a tasso agevolato fino a 50.000 euro per la costituzione di nuove imprese giovanili

fondazione covid 19 bando giovani

La Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, tenuto conto delle forti criticità legate alle ripercussioni della pandemia COVID-19 e per contrastare dinamiche già in atto che vedono l’indebolimento del tessuto imprenditoriale locale, in collaborazione con l’Università degli Studi di Urbino, l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pesaro e Urbino e gli Istituti bancari del territorio, promuove un bando per la costituzione di nuove imprese che si caratterizza per la concretezza degli incentivi offerti e che va a premiare la solidità di idee imprenditoriali meritevoli di essere sostenute, anche in relazione all’impatto occupazionale che potranno generare.

Maggiori informazioni al link  https://bit.ly/3xkWVPo

FAQ

Sono beneficiarie dell'agevolazione le nuove imprese costituite e con sede operativa nei dieci comuni del territorio di riferimento della Fondazione (Comuni di Cartoceto, Colli al Metauro, Fano, Fossombrone, Mondolfo, Monte Porzio, Pergola, San Costanzo, Senigallia e Terre Roveresche).

Ai fini del presente bando si considerano nuove imprese tutte quelle costituite a partire dal 1° gennaio 2020 e/o da costituire entro 6 mesi dalla pubblicazione della graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento.

L'obiettivo è quello di favorire la costituzione di nuove imprese sottoforma di società di capitali composte da giovani, dove il capitale sociale sia interamente sottoscritto da giovani in età compresa fra i 18 e i 35 anni.

Contributi in c/interessi, concessione di finanziamenti agevolati a tasso zero.

I progetti selezionati potranno usufruire dell’accesso ad una convenzione con Istituto bancario convenzionato per:

- l’ottenimento di un finanziamento per un importo pari al 50%, fino a un massimo di € 50.000,00, del capitale investito per la costituzione di una nuova impresa per la durata di anni 5 (cinque), di cui uno di preammortamento; quanto sopra ad insindacabile giudizio della Banca;

- gli oneri degli interessi sul finanziamento sono a totale carico della Fondazione;

- l’esenzione da qualsiasi spesa di istruttoria.

Domande presentabili fino al 31/12/2021.

Sono ammissibili progetti per l’avvio d’impresa potrà interessare tutti i settori di attività, con la sola esclusione dei settori finanziario, immobiliare di cui alle sezioni ATECO “K” e “L” e delle attività legate al gioco d’azzardo.

I progetti dovranno avere i seguenti requisiti:

  • avere diretto impatto sull’economia reale;
  • essere sostenibili da un punto di vista economico-finanziario;
  • apportare ricadute e benefici occupazionali nel territorio dei 10 Comuni di riferimento;
  • avere sede legale e produttiva nel territorio di uno dei 10 Comuni del territorio di competenza della Fondazione.

Saranno favorevolmente valutati i progetti aventi carattere di innovazione e originalità.

Aggiornamenti

Le ultime informative